filosofia e storia GROM

FILOSOFIA DI GROM



"Definiamo il nostro gelato, da sempre, con il semplice claim “come una volta”, perché esattamente come nei tempi passati è prodotto senza ricorrere all’uso di coloranti, di emulsionanti e di aromi e, per questo, trae il suo gusto e il suo colore solo dalle materie prime impiegate (realizzate anch’esse dai nostri fornitori senza l’impiego di additivi) secondo la stagionalità e disponibilità."

L'idea è di applicare alla produzione del gelato un principio comune a tutti i migliori ristoranti del mondo: l'acquisto di materie prime di qualità assoluta.
È con questo obiettivo che dal 2002 viaggiamo alla ricerca del meglio che il mondo dell’agricoltura può offrire, seguendo semplici ma rigorosi principi: solo frutta raccolta a piena maturazione, proveniente dai migliori consorzi d’Italia e dall'azienda agricola Mura Mura®; nessun utilizzo di coloranti, aromi, o emulsionanti.
Nasce così un gelato “come una volta”: creme con latte fresco di alta qualità e uova di galline allevate a terra; sorbetti con tanta frutta (in molti casi più del 50%) di frutta, acqua della sorgente Sparea® e zucchero di canna bianco.
Nel nostro laboratorio di produzione di Torino prepariamo le miscele liquide, che vengono distribuite, grazie ad un’attenta gestione della catena del freddo, alle singole gelaterie, dove vengono mantecate fresche per i clienti. La centralizzazione della prima fase della produzione (la miscelazione degli ingredienti) ci aiuta a mantenere costante il rigore produttivo e ci permette di acquistare alcuni tipi di frutta disponibili solo presso i rispettivi consorzi e non presso i mercati generali di ogni città.
Nascono così i gusti che ci rendono famosi in Italia e nel mondo: il sorbetto al ‘limone di Siracusa Igp’, il gelato al Torrone Barbero d’Asti, il gelato al caffè Guatemala e il sorbetto al cioccolato Ecuador.


NASCE L'IDEA

17 Agosto 2002

Guido Martinetti: «Nella pausa pranzo stavo mangiando un panino, leggevo il giornale e mi è caduto l’occhio su un articolo di Carlin Petrini, fondatore di Slow Food. Diceva che in Italia nessun fa più il “gelato come una volta”»
Federico Grom: «Proprio un bel problema…»
Guido: «Non hai capito! Parlava di un gelato di alta qualità, con ingredienti di origine naturale, senza aromi, senza emulsionanti, senza coloranti!»
Federico: «Bello. E quale sarebbe l’idea?»

E LO ABBIAMO FATTO

18 Maggio 2003

Nel Maggio del 2003 inauguriamo la prima gelateria Grom: un negozietto di 25 mq nel centro di Torino. L’idea è quella di fare gelato come una volta - puro, autentico, senza scorciatoie - in un panorama in cui coloranti e aromi vanno per la maggiore. Il successo è immediato: code di 15-20 metri ci incoraggiano a fare ancora meglio.
E il 6 Luglio scrive di noi… Carlin Petrini.

IL LABORATORIO

Gennaio 2005

Nel Gennaio del 2005 investiamo in un Laboratorio di produzione poco fuori Torino, nel quale arrivano tutte le materie prime selezionate nei nostri viaggi in Italia e nel mondo, facciamo ricerca e sviluppo e avviene la prima fase della produzione: la miscelazione degli ingredienti. La mantecazione invece avviene direttamente in negozio. Ecco perché il nostro gelato è buono a New York o a Giacarta come a Torino.

MURA MURA

16 Marzo 2007

Guido e Federico acquistano un terreno nel Roero e fondano l'azienda agricola biologica Mura Mura®, dove vengono piantate vecchie cultivar di pesche, albicocche, pere e fichi, e si fa sperimentazione su oltre 100 varietà di alberi da frutto, su fragole e meloni: l’obiettivo è quello di ottenere la frutta migliore, a coltivazione biologica, nel rispetto dei tempi della natura e dell’ambiente.

NEL CUORE DI NEW YORK

5 Maggio 2007

Nel 2007 inauguriamo la prima gelateria Grom all’estero, nel cuore di New York. Annunciata da una pagina del New York Times, ‘Two Turin gelato men, hoping New York will melt’, l’apertura del negozio Grom di New York è un successo immediato: 100 metri di coda con i quali gli abitanti della Grande Mela hanno pensato di darci il loro “welcome”.

NON SOLO A PARIGI

2008

Nel 2008 inauguriamo la gelateria di Parigi. Il nostro sogno è di fare di ogni negozio Grom all’estero una piccola ambasciata italiana dell’autentico gelato italiano di qualità nel mondo. Orgogliosi di far conoscere un’eccellenza creata in Italia, scegliamo di riportare su ogni insegna la scritta non tradotta: “Grom. Il gelato come una volta”. Oggi Grom è presente in oltre otto paesi: da Hong Kong a Los Angeles, da Dubai a Osaka.

GROM LIBRO

2 Maggio 2012

La storia di Guido e Federico, due ragazzi che decidono di scommettere tutto su un sogno un po’ folle – fare il miglior gelato del mondo – e creano un’impresa internazionale di successo con oltre 600 dipendenti, ispira molti a ritrovare il coraggio di sognare. Decidono di raccontare la loro avventura nel libro “Grom. Storia di un’amicizia, qualche gelato e molti fiori”, edito da Bompiani. Scarica qui:

GROM BAKERY

2013

La nostra filosofia da sempre è: se nel mondo non esiste qualcosa di buono abbastanza, lo facciamo da noi. Volevamo eliminare il glutine dalle nostre gelaterie, ma non trovando prodotti all’altezza dei nostri standard sul mercato abbiamo creato la nostra Bakery, animata dallo stesso spirito che ci guida nella produzione dei gelati: fare coni e biscotti, acquistando le migliori materie prime e mantenendo l’etichetta più breve possibile.

I BARATTOLI

Estate 2017

Realizziamo finalmente un sogno che avevamo nel cassetto da molto tempo: portare l’autentico gelato da gelateria, fuori dalla gelateria. È possibile realizzare un gelato confezionato utilizzando ingredienti eccellenti e senza aggiungere aromi, coloranti o emulsionanti? Certo, basta volerlo! Abbiamo studiato, sperimentato e – ammettiamolo – fatto qualche errore, ma alla fine siamo riusciti a mettere il puro, autentico gelato di Grom in un barattolo.